Sconto 5% sul tuo 1° ordine

    

basta registrarsi alla newsletter

Daf | Ford | Iveco | Man | Mercedes | Offerte | Renault | Scania | Volvo | ADR | Rimorchi

PIANO NEVE 2018/2019: LE NOVITÀ PER CHI GUIDA I CAMION

guida-neve

Si avvicina la stagione invernale e chi si sposta per lavoro con un veicolo industriale deve tenersi sempre aggiornato sulle disposizioni riguardanti la guida in condizioni atmosferiche particolari. In caso di neve, ad esempio, è importante sapere quali accessori è necessario avere a bordo secondo la legislazione. Per quanto riguarda l’applicazione di catene da neve o la scelta degli pneumatici per l’inverno ad esempio, si dovranno conoscere le normative vigenti nelle Regioni che si attraversano. Questo è fondamentale non solo per non incorrere nel pagamento di multe ma anche per guidare sempre in condizioni di massima sicurezza. Vediamole novità emerse dal Piano Neve 2018/2019 che interessano anche i conducenti di camion.

PIANO NEVE: LE NOVITÀ

La Commissione per la sicurezza stradale inerente il settore degli autotrasporti ha discusso il nuovo Piano Neve 2018/2019. I due punti principali che emergono sono:

  • omologazione dei processi sul territorio nazionale. Questo comporta che ogni provvedimento in materia di sicurezza stradale dovrà contenere elementi comuni per tutte le provincie del nostro Paese
  • snellimento delle procedure in caso di condizioni metereologiche che richiedano applicazioni più facili delle stesse

Al fine di realizzare questi due obiettivi si è pensato alla costituzione dei Comitati Operativi di Viabilità (COV), organismi che permetterebbero a tanti camionisti di evitare di mettersi in coda durante le nevicate invernali.

Il nuovo piano neve ed i Comitati Operativi di Viabilità

A cosa serviranno esattamente i COV? E quali poteri avranno in base al Piano 2018/2019? Qualora le condizioni meteo lo consentano, i Comitati Operativi di Viabilità potranno fornire indicazioni alle pattuglie della polizia stradale. Questo permetterà di far ripartire la circolazione dei mezzi come i camion e gli autocarri precedentemente vietata e di evitare di aspettare l’ordinanza del Prefetto. È facile immaginare che i tempi di attesa si ridurranno notevolmente, agevolando la ripresa del transito sulle strade. I COV avranno anche la funzione di individuare in modo più rapido itinerari alternativi in caso di strada chiusa al traffico. Inoltre dovrebbero contribuire a migliorare le procedure di comunicazione.

PERCHÉ UN NUOVO PIANO NEVE?

piano neve - Barny Spare Parts - Ricambi CamionIl Ministero dei Trasporti ha percepito la necessità di stabilire un nuovo Piano Neve per rimediare alle criticità sorte negli anni passati. Era risultato evidente, infatti, che un iter meno rigido avrebbe contribuito ad evitare il collasso del traffico in casi particolari. In quest’ottica sono state individuate, dunque, le misure che la Polizia Stradale e le Concessionarie autostradali metteranno in atto in caso di neve o ghiaccio. Il documento riporta, tra l’altro, le attività che i partner pubblici e privati garantiranno durante la prossima stagione invernale. Queste serviranno a garantire la sicurezza lungo la viabilità stradale e ferroviaria agli utenti.

TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE SUL NUOVO PIANO NEVE

Il nuovo Piano interessa tutte le Regioni d’Italia ed in particolare le zone soggette a frequenti nevicate nella stagione invernale. I cambiamenti climatici hanno, tra l’altro, alterato la classica divisione in zone più o meno a rischio neve del territorio del nostro Paese. Il testo infatti, comprende tra le altre cose la versione aggiornata delle mappe delle zone d’Italia a maggior rischio di criticità della circolazione stradale, in presenza di precipitazioni nevose. Sono stati individuati e indicati, in particolare, i nodi della rete stradale e autostradale particolarmente soggetti ad impedimento del transito quando nevica.

Il piano neve 2018/2019 nel dettaglio

Il contenuto del documento si può riepilogare in questi punti fondamentali:

  • linee guida aggiornate per la gestione coordinata delle emergenze invernali su ampie aree geografiche, con coinvolgimento di più concessionarie autostradali. Tramite i codici colore di allerta neve, le realtà coinvolte individueranno i provvedimenti e gli interventi operativi da attuare. Questo avverrà in base alle previsioni metereologiche oppure alla concreta constatazione dell’impatto della neve sulla viabilità
  • mappatura aggiornata delle aree e dei nodi della rete stradale e autostradale più esposti a criticità della circolazione di automezzi in conseguenza di precipitazioni nevose
  • identificazione di tratte autostradali e aree di stoccaggio internamente o esternamente all’autostrada dove attuare il fermo temporaneo di camion, autocarri e veicoli industriali
  • redazione dell’elenco aggiornato delle tratte stradali e autostradali in cui sono vigenti le ordinanze che prescrivono l’obbligo di pneumatici invernali o di catene da neve a bordo

Categorie

includi IVAescludi IVA